Installare Nest UK in Italia

Nonostante Nest non sia ancora approdato in Italia in grande stile, lo store UK permette gia’ da qualche settimana l’acquisto e la spedizione in Italia, UK, Germania, Austria e Spagna.

Nest, o, per esteso, Nest Learning Thermostat, e’ un termostato elettronico, programmabile ad auto apprendente, in grado di essere controllato via internet attraverso browser o applicazioni dedicate per Android ed iOS. Nest si ripromette di risparmiare energia mediante una ottimizzazione dei consumi realizzata attraverso l’apprendimento delle nostre abitudini (ad esempio abbassando la temperatura quando nessuno e’ in casa), la conoscenza della temperatura esterna e delle previsioni meteo scaricate via internet, e la valutazione dell’inerzia termica dell’impianto di riscaldamento domestico.

La versione UK di Nest differisce sostanzialmente da quella US, essendo in grado di pilotare solamente impianti di riscaldamento (quindi niente aria condizionata), e necessitando di un box aggiuntivo (denominato Heat Link) per il controllo dell’impianto. Un altro punto da tenere in considerazione prima dell’acquisto sono le lingue supportate, che non comprendono l’italiano; nonostante questo possa cambiare in futuro attraverso un update software, al momento sara’ necessario utilizzare il termostato in inglese (o spagnolo, francese o olandese).

IMG_20141027_1340052-1024x760

Heat Link installato vicino alla caldaia

In Italia non e’ inoltre disponibile il supporto di installatori certificati, ma l’operazione e’ estremamente semplice: se non ve la sentite di farlo da soli come ho fatto io, il vostro elettricista sara’ senz’altro in grado di montarlo (con l’ausilio pero’ di documentazione solo in inglese!).

E’ possibile installare Nest in due modalita’ differenti: con Nest fisicamente collegato ad Heat Link, che provvedera’ a fornirgli l’alimentazione, oppure con Nest collegato in modalita’ wireless e poggiato su uno stand (venduto separatamente).

Io ho optato per la prima soluzione, che mi ha permesso di sostituire il termostato esistente con Nest, e che e’ schematizzata sotto.

heat-link-install-ill

Heat link deve dunque essere collegato a:

  • caldaia/boiler con i due tradizionali NC/COM (o NO/COM a seconda della logica della vostra caldaia),
  • impianto elettrico
  • Nest (solamente per alimentazione, il collegamento tra i due dispositivi e’ wireless)
Heat link collegato a caldaia, 220V e Nest

Heat link collegato a caldaia, 220V e Nest 

Nest, up & running :)

Nest, up & running :)

Nest si comporta egregiamente su suolo italico, riconoscendo senza alcun problema CAP italiani (utilizzati per prelevare dati relativi a previsioni meteo e temperatura corrente, utili al termostato per una pianificazione piu’ intelligente del consumo energetico), e pilotando senza alcun problema la mia caldaia Riello; il tutto a 179£.

Per qualunque domanda, lasciate pure un commento!